Säntis Malt Swiss Alphine Whisky Edizione Himmelberg

Come per tutti i whisky Santis Malt, l’acqua di sorgente utilizzata per «Edition Himmelberg» proviene dall’Alpstein. Julia Nourney lo definisce così: «Leggero e fruttato, che mostra il suo vero volto nel tetto della bocca con aromi speziati e legnosi.» Il segreto sta nel trasferirlo da una botte di birra in varie botti di vino. La successiva miscela darà vita al nostro Santis Malt Himmelberg.

 

Solo su Roma e provincia

Scheda prodotto

Categoria: Whisky Single Malt
Grado alcolico: 43%
Aspetto Visivo:
Espresso scuro, tono ambrato leggermente bruno-rossastro.
Sensazioni Olfattive:
Vinoso, aromi dolciastri dominanti, lieve gusto di pera, leggere note speziate di vaniglia e cannella, aromi di birra molto delicati e note tostate.
Sensazioni Gustative: Ancora una volta, i sapori vinosi e dolciastri sono in primo piano, la pera è di nuovo chiaramente riconoscibile e le note speziate sono più forti. Tra queste riconosciamo pepe e zenzero caramellato. Le note tostate ora sono intense e secche: assaporiamo i chicchi di caffè tostato, le mandorle e polvere di cacao scuro. Lieve aroma di mirtilli e prugnole, misto ad effetto legnoso.
Sensazioni Retolfattive: Le spezie e gli aromi del legno si asciugano e si intensificano. Sono principalmente come prugnole mature. In mezzo alla lingua, in particolare, si forma un punto di riscaldamento e formicolio, come dopo aver mangiato lo zenzero. Dura diversi minuti e finisce con aromi floreali.
Invecchiamento: 5 anni certificati, 3 anni in piccole botti di birra in rovere di 130 anni e 2 anni nelle botti di vino rosso di Merlot, Pinot Noir, Cabernet Sauvignon e Port.
Formato: Cl. 70

 

La storia della famiglia Locher e della sua abilità nella produzione di birra inizia nel XVIII secolo a Oberegg. Nel 1886 la famiglia rilevò il birrificio di Appenzello, che ancora oggi è un birrificio e una distilleria.
Dopo l'abolizione del divieto di produrre alcolici dal grano, il mastro birraio Karl Locher, noto per la sua gamma creativa di birre, iniziò a produrre il malto Säntis in botti di birra impregnate di storia utilizzando l'acqua di sorgente dell'Alpstein.